b b napoli centro bbmiseria e nobiltà

 

Una formula molto gradita a chi viaggia, come a chi ospita, è rappresentata dal dalla soluzione bed and breakfast, in sigla “B&B”. E nessuno pensi a Brigitte Bardot, anche se, essendo deliziosamente retrò, a pochi giovani virgulti può venir in mente l’attrice francese leggendo la sigla B&B. Scusate la divulgazione, ma la precisazione e l’omaggio andavano fatti.

Con il termine Bed and breakfast s’intende una forma di alloggio turistico informale, praticato perlopiù da famiglie che possono contare su qualche stanza in più, con o senza bagno privato. Una formula che include il pernottamento e la prima colazione. Ci sono dei parametri da rispettare, come il collegamento telefonico e internet, ma niente di insormontabile.

A fronte di tutto ciò ci sono degli indubbi vantaggi fiscali. E poi volete mettere dormire in un albergo lussuoso, ma fuorimano, con la possibilità di essere svegliati (ad esempio) a Napoli dall’odore del caffè?!?

Un B&B a Napoli, magari in qualche zona strategica del centro, può regalare eccome una sensazione simile. Aprendo la finestra sarete inondati dagli odori e dal sole di Napoli. Il tutto risparmiando non pochi euro. Si può fare, non è vero?

La formula, particolarmente attraente sia dal punto di vista economico quanto da quello “paesaggistico”, trova estimatori in una larga fetta di turisti, considerare un B&B alla stregua o quasi di un ostello della gioventù o di una bettola è un peccato capitale che non va’ commesso.

Esistono non pochi B&B capaci di dare punti a Hotel e alberghi, pertanto non trattasi affatto di ripiego quanto di scelta altra consapevole. 

Comments

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*